Detrazioni fiscali

Vantaggi e detrazioni per i clienti della provincia di Pisa

Infilux Infissi, in provincia di Pisa, è sempre attenta alla produzione normativa riguardante i temi delle ristrutturazioni civili, che può portare alla presenza di vantaggi e detrazioni per tutti i clienti. Grazie alla nuova legge di stabilità 2017, che ha prorogato la possibilità di usufruire della detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, è possibile infatti detrarre gli interventi eseguiti sull’involucro degli edifici, fra i quali rientra la sostituzione degli infissi. Un’attività, quest’ultima, promossa dall’azienda anche con soluzioni fai da te intuitive e convenienti.

Le condizioni per poter usufruire delle detrazioni

L’agevolazione fiscale viene concessa solo nel momento in cui la sostituzione degli infissi riguardi edifici esistenti; non è possibile, pertanto, detrarre spese sostenute in corso di costruzione (per le quali è possibile ricorrere alla detrazione fiscale del 50% per le ristrutturazioni edilizie). Per usufruire della detrazione, inoltre, la dimensione dei nuovi infissi deve essere la medesima di quelli da sostituire, e deve necessariamente aumentare il livello di efficienza energetica. Gli infissi coinvolti devono delimitare il volume riscaldato, e devono rispettare i requisiti di trasmittanza definiti dal Decreto del 26 Gennaio 2010. È possibile anche detrarre le spese per la sostituzione dei portoni di ingresso, una volta certificati i requisiti di trasmittanza imposti per gli infissi. Sono coinvolte anche tutte le strutture accessorie agli infissi come scuri, persiane, cassonetti con le tapparelle incorporati al serramento.

In cosa consiste l'agevolazione

L’agevolazione riguarda la detrazione delle spese sostenute dall’IRPEF e dall’IRES. L’importo della detrazione va ripartito in dieci rate annuali di pari importo. La percentuale di detrazione per le spese sostenute è pari al 65% per le spese fino al 31 dicembre 2017 relative alle singole unità immobiliari. Per l’applicazione dell’aliquota corretta, indipendentemente dall’inizio dei lavori, occorre far riferimento alla data del pagamento: questo è il caso per le persone fisiche, esercenti arti e professioni e gli enti non commerciali. Per le società e gli enti commerciali, invece, occorre riferirsi alla data di ultimazione della prestazione. Per la sostituzione degli infissi la detrazione ha un tetto massimo di 60.000 euro. La detrazione del 65% non è cumulabile con altre agevolazioni fiscali.

Chi può usufruire della detrazione fiscale

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono l’immobile, nonché le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni, le associazioni tra professionisti, così come gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale, i titolari di un diritto reale sull’edificio, i condomini per le parti comuni, gli inquilini, coloro che hanno l’unità immobiliare in comodato d’uso, ma anche i familiari conviventi con il possessore dell’immobile oggetto di intervento che sostengono e compartecipano alla spesa per i lavori (se l’immobile non è strumentale all’attività di impresa). La fruizione della detrazione è prevista anche per chi finanzia la realizzazione dell’intervento di riqualificazione mediante un contratto di leasing.
Per maggiori informazioni sulla riqualificazione energetica è possibile consultare la scheda sul sito dell’Agenzia delle Entrate.
Un quadro normativo che prevede vantaggi e detrazioni: 
per saperne di più chiama al +39 320 0307914 - +39 348 515 4596
Share by: